Confronto elettorale su TGR Puglia

DISOCCUPAZIONE

Per il problema della disoccupazione vogliamo mettere in campo più strumenti.
Il primo è il #RedditoDiCittadinanza che ci permetterebbe di garantire 580 euro al mese ai nostri disoccupati. Siamo già riusciti ad attivarlo nel comune di Ragusa e nella Regione Molise. Questo provvedimento non è assistenzialista, ma una vera e propria manovra economica che crea REDDITO ed OCCUPAZIONE e che esiste in tutti gli stati europei, tranne l’Italia e la Grecia.
Inoltre finanziamento a quei settori che, come ci suggeriscono gli esperti, PRODUCONO POSTI DI LAVORO: bonifiche, agricoltura biologica, efficientamento energetico degli edifici e un sostegno diretto alle PMI, creando un FONDO DI GARANZIA regionale, con lo stipendio che i nostri eletti in Consiglio Regionale si taglieranno. Questo è esattamente ciò che facciamo già in parlamento, dove tagliandoci lo stipendio, abbiamo creato già un fondo di garanzia per le PMI italiane che ora possono avere accesso ad un finanziamento fino a 35.000 euro.
Anche l’AGRICOLTURA è un settore importante da sostenere, promuovendo la collaborazione tra il mondo della RICERCA e quella dell’agricoltura diretta. In questa maniera si può lavorare per aumentare la produzione dei nostri campi, creando reddito e favorendo in questa maniera la creazione di posti di lavoro. I vecchi partiti invece hanno continuato a trattare l’agricoltura come un bancomat come, ad esempio, con l’estensione dell’IMU agricola, servita per pagare lo scellerato decreto degli 80 euro,utilizzato dal PD, per vincere le elezioni Europee.

SANITÀ

Dieci anni di centro sinistra ed i precedenti dieci anni di centro destra ci hanno lasciato una Sanità pugliese al penultimo posto in Italia. Noi interveniamo con le CASE DELLA SALUTE, presidi territoriali dove riunire medici di famiglia, medicina specializzata, associazioni di volontariato e guardia medica, che facciano da filtro ai casi più semplici e lascino invece i casi più complessi all’ospedale centrale.
Altro intervento importante è il potenziamento dell’ASSISTENZA DOMICILIARE, che rappresenta un vantaggio per i pazienti che potranno stare a casa confortati dall’affetto dei loro cari, venendo anche a gravare meno sul Sistema Sanitario. Infine un UNICO CENTRO PER GLI ACQUISTI del materiale sanitario ci permetterebbe di abbattere notevolmente i costi, recuperando risorse che possiamo poi investire nelle case della salute.
Quello che è mancato in questi 20 anni di governo di centro sinistra e centro destra, è una pianificazione ed un mancato rispetto della normativa. Secondo una leggere regionale, prima di decidere l’apertura di una struttura semplice bisogna guardare le LISTE D’ATTESA ed i DATI EPIDEMIOLOGICI. Invece nessun atto aziendale con questi due documenti è stato approvato dalla Regione Puglia. Quindi non si è mai guardato a territorio prima di una decisione simile,. Allora a cosa si è guardato? Temo a logiche clientelari o mediatiche.
Non hanno pianificato perchè non sono interessati a pianificare. Per pianificare si guarda al 2050 i vecchi partiti pensano costantemente alle prossime elezioni compiendo spesso, in questo modo, scelte scellerate.

In campagna elettorale sentirete purtroppo le stesse promesse ed io conosco la sensazione di sfiducia che proviamo noi cittadini che ci porta magari a non riconoscere una forza politica ONESTA e COERENTE che a tagliato i propri stipendi e rinunciato a rimborsi e vitalizi già da ieri e non da domani. Vi chiedo di considerare questo: noi quello che diciamo oggi lo diciamo da tempo. NOI NON VOGLIAMO CAMBIARE PAESE MA CAMBIARE QUESTO PAESE, abbiamo le COMPETENZE per progettare il cambiamento e LE MANI LIBERE per farlo. Vi chiediamo questa fiducia e vedrete che INSIEME COSTRUIREMO UNA PUGLIA MIGLIORE.

#‎M5S‬ ‪#‎MetteteciAllaProva‬ ‪#‎IoResto‬

Annunci