In giro per la Puglia per parlare di Sanità e Lavoro

WELFARE SOCIO SANITARIO

Ieri è stata una giornata che mi ha vista in tre province: ‪#‎Bari‬, ‪#‎BAT‬ e ‪#‎Foggia‬.

Alle ore 13.00 presso l’hotel Parco dei Principi si è tenuta la tavola rotonda sulla situazione del WELFARE SOCIO SANITARIO in Regione Puglia, che registra un imbarazzante deficit dei Lea rispetto alle altre regioni d’Italia avendo appena 4.000 posti letto per anziani non autosufficienti, a fronte dei 60.000 della Lombardia e 40.000 del Veneto.
Questa carenza non è la prima che ci lascia la politica regionale dei vecchi partiti. Settori come questi necessitano di una pianificazione seria che si faccia a partire dalle necessità del territorio: liste d’attesa e dati epidemiologici. Invece, fin’ora per i vecchi partiti la sanità ha avuto altri fini: clientelari.
In merito alle strutture socio-sanitarie, il Movimento 5 Stelle ha proposto una revisione del regolamento 4 del 2007, prevedendo una sola tipologia di Rsa in cui la Regione Puglia interviene con una quota giornaliera in base alla patologia.
SEMPLIFICAZIONE e INFORMATIZZAZIONE, insieme all’ASSISTENZA DOMICILIARE ed alla CENTRALIZZAZIONE DEGLI ACQUISTI rappresentano un’importante opportunità di risparmio di risorse per il Sistema Sanitario e di efficientamento dello stesso.

Alle 16.00 invece, ho incontrato Confindustria, accettando il loro invito ad un confronto.
Ho spiegato loro le idee del MoVimento per le imprese, al cui mondo abbiamo sempre dimostrato attenzione concreta: ne è un esempio la scelta dei parlamentari di dimezzarsi lo stipendio e versarlo in un fondo di garanzia per le PMI, perché abbiano accesso ad un finanziamento fino a 35.000 euro per una nuova attività imprenditoriale o semplicemente per potenziare la loro.
Come hanno fatto i nostri colleghi consiglieri regionali siciliani, noi attueremo questa misura nazionale anche a livello regionale. In due anni in Sicilia, i consiglieri del M5S hanno raccolto 550.000 euro ed hanno permesso l’avvio di 23 nuove aziende. Si può fare anche in Puglia, in cui grazie all’iniziativa nazionale comunque partiranno 200 nuove imprese.
Ho anche illustrato loro i 5 punti del PROGRAMMA del M5S per l’imprenditoria: sburocratizzazione e detassazione (1), piano energetico regionale (2), corretto utilizzo dei fondi europei (3), sostegno all’aggregazione tra le PMI (4) e sviluppo della rete turistica regionale (5). Davvero il MoVimento è l’unica forza politica che ascolta indistintamente ogni categoria, recependo dai cittadini le possibili SOLUZIONI ottimali per risolvere un problema.

Ho terminato la mia giornata in serata, a ‪#‎Canosa‬ e ‪#‎Cerignola‬, con due splendide agorà tra cittadini attenti e molti scrupolosi nel porci domande e darci consigli per affinare il PROGRAMMA PARTECIPATO, costruito con mesi di confronto tra i cittadini, le associazioni ed i professionisti. A Cerignola inoltre, con il nostro candidato sindaco Francesco Grieco, stiamo partecipando anche alle elezioni comunali, come in decine di comuni pugliesi.
Il CAMBIAMENTO É POSSIBILE, date fiducia ad una forza nuova e senza responsabilità sul passato che si propone di SERVIRE i cittadini portandone la voce nelle istituzioni e che dove sta amministrando lo sta facendo con COMPETENZA, COERENZA e ONESTÀ.

#‎M5S‬ ‪#‎MetteteciAllaProva‬ ‪#‎IoResto‬

Annunci