Mongolfiera produttiva pugliese

mongolfiera

Ieri mattina a Bari ho avuto il piacere e l’onore di presentare i 20 punti del programma regionale M5S, il programma elettorale per la Puglia del futuro, frutto di un lavoro che ha coinvolto centinaia di attivisti e cittadini pugliesi, suddivisi per gruppi tematici, nel corso degli ultimi mesi perché, ci tengo a ricordarlo, democrazia diretta e cittadinanza attiva sono il nostro metodo di lavoro tutto l’anno e siamo lieti che adesso anche altri partiti inizino ad emularci, la speranza è che non si tratti semplicemente di una bandiera da sventolare in campagna elettorale.

La ‪#‎Puglia‬ ha già tutto ciò che ci serve per creare numerose opportunità di lavoro, nella creazione e progettazione del nostro programma abbiamo puntato a creare un semplice ma potentissimo volano di tutela, investimento e potenziamento delle immense risorse culturali, artistiche e naturalistiche che il nostro territorio già possiede ma che semplicemente fino ad oggi la politica ha ignorato quando non le ha addirittura danneggiate.

La nostra “Mongolfiera Produttiva Pugliese” delle imprese sostenuta da politiche incentivanti, energetiche, innovazioni e digitalizzazione, trasparenza, burocrazia zero, tutela dell’ambiente, sapiente uso dei fondi europei e taglio ai costi della politica, è un progetto integrato che coinvolge tutti i 20 punti del nostro programma e nasce con l’obiettivo di creare nuovi posti di lavoro, reddito per i cittadini pugliesi (e comunque reddito minimo garantito per chi vive sotto la soglia di povertà) e dare nuova linfa al mondo imprenditoriale della Puglia, dove cultura, ambiente, agricoltura, pesca e trasporti cooperano all’interno di un progetto integrato per la promozione del territorio, puntando al turismo, settore che deve assolutamente diventare il fulcro della nostra economia.

Dobbiamo tutelare e valorizzare il nostro ambiente, rilanciando i nostri prodotti “made in Puglia”, il nostro patrimonio artistico, culturale e naturalistico.
Vogliamo potenziare i nostri collegamenti da, verso ed in Puglia. Valorizzato il nostro patrimonio, è fondamentale una adeguata promozione del territorio per incentivare il turismo, vero volano della nostra economia con la conseguente creazione di posti di lavoro e reddito per i nostri cittadini.

Ma tutte le imprese pugliesi che operano sia in questi settori (ambiente, agricoltura, cultura, trasporti, turismo) che in tutti gli altri, hanno seriamente necessità di essere sostenute attraverso facilitazioni ed agevolazioni ed ecco perchè il potenziamento del nostro sistema imprenditoriale deve passare da interventi sull’energia, facilitazioni nella burocrazia, trasparenza nei bandi, fondi europei e sostenendole anche attraverso quei fondi derivanti dai tagli alla politica (es. microcredito). E ancora: innovazione e digitalizzazione della p.a. che significano: semplificazione.

Ma passiamo da ciò che c’è “sopra” nello schema che è costituito da ciò che garantisce lo sviluppo e fa “volare” il territorio, a ciò che c’è sotto, vicino alla persona. Prima di tutto chi è sotto la soglia di povertà è coperto dal reddito minimo garantito. Intorno alla persona ci sono inoltre tutti quei beni e servizi essenziali alla sua sussistenza che gli garantiscono i diritti primari: casa, istruzione, salute, acqua pubblica e sicurezza.

I NOSTRI 20 PUNTI? ECCOLI:

1) REDDITO MINIMO GARANTITO
2) DIRITTO ALLA CASA
3) LAVORO “SICURO”
4) SANITÀ PUBBLICA D’ECCELLENZA
5) SOSTEGNO ALLE IMPRESE
6) ISTRUZIONE
7) UNIVERSITÀ E RICERCA
8) SVILUPPO DEL TURISMO SOSTENIBILE
9) PROMOZIONE DEL TERRITORIO
10) TRASPORTI SOSTENIBILI
11) SVILUPPO AGRICOLTURA E PESCA SOSTENIBILE
12) TUTELA DELL’AMBIENTE
13) INDIPENDENZA ENERGETICA
14) TRASPARENZA E BUROCRAZIA ZERO
15) INNOVAZIONE E DIGITALIZZAZIONE
16) PROMOZIONE ARTE E CULTURA
17) UTILIZZO DEI FONDI EUROPEI
18) SICUREZZA E ANTICORRUZIONE
19) ACQUA PUBBLICA
20) TAGLIO DEI COSTI DELLA POLITICA

Annunci